Paul Gauguin

Paul Gauguin

(Parigi 1848 – Isole Marchesi 1903)

 

Da parte della madre discendeva da una scrittrice d’origine peruviana, Flora Tristán; egli stesso visse qualche tempo a Lima, nel Perù. Impiegato di un agente di cambio, speculò e fece fortuna abbastanza rapidamente. Coltivò prima la pittura da dilettante; stretta poi amicizia con Camille Pissarro, si appassionò per la tecnica ad olio; frequentò il gruppo degli impressionisti e ne risentì l’influenza. Nel 1883 si dedicò unicamente alla pittura. Nel 1886 fece il primo soggiorno in Bretagna (a Pont-Aven) e nel 1887 si recò a dipingere nella Martinica. Ritornato nel 1888 a Parigi, ripartì subito per la Bretagna; il suo Cristo giallo appartiene a quell’epoca. Manifestava allora molta ammirazione per il colore puro e per il linearismo dei primitivi italiani.

Nuovamente a Parigi alla fine del 1889, vi frequentò i simbolisti. Nel 1891 partì per Tahiti. il suo prezioso manoscritto Noa Noa (Parigi 1900) permette di conoscere assai bene la vita che vi condusse. Ritornato in Francia nell’agosto 1893, organizzò un’esposizione a Parigi, ma, stancatosi della vita parigina, ripartì alla fine del 1895 per Tahiti. Visse in Oceania sino alla morte, sempre tormentato da necessità pecuniarie.

 

Le sue figure di donne tahitiane e i suoi paesaggi dell’Oceania rivelano un grande decoratore dotato di un senso ammirevole della composizione e del ritmo delle masse.

© 2018 - Impressionisti a Catania