Eugène Boudin

 

Eugène Boudin

(Honfleur 1824 – Deauville 1898)

 

Mostre Impressioniste: 1874

 

Eugène Boudin nacque da una famiglia di umili origini e nel 1835 si trasferì a Le Havre, dove lavorò come apprendista presso una tipografia, riuscendo poi ad aprire un negozio di colori e dedicandosi alla pittura. Nel 1848 compie un lungo viaggio nella Francia settentrionale e nelle Fiandre, approfondendo gli studi sulla tecnica pittorica. Nel 1850 ottenne una borsa di studio comunale che gli permette di studiare a Parigi, sotto la guida di Constant Troyon; questa esperienza gli consente di affiancare una solida formazione tecnica alla sua passione di dipingere la natura.

Nel 1855 torna a Le Havre e si specializza nei paesaggi della costa del Nord, ispirati a Corot, il quale soprannomina Boudin il “re dei cieli”, sottolineando la pregevole tecnica con cui dipinge le nuvole e le sfumature di azzurro che occupano buona parte dei suoi quadri. Proprio in quegli anni conosce Gustave Courbet, Claude Monet e Johan Barthold Jongkind.

In effetti è proprio il nuovo atteggiamento del pittore verso la natura e il paesaggio a permettere la straordinaria rivoluzione operata dagli impressionisti, che ne assimilano sia le innovazioni stilistiche sia lo spirito. Monet stesso confesserà: “Se sono diventato pittore lo devo a Eugène Boudin. E’ a lui che devo l’educazione definitiva del mio occhio”.

 

Nel 1874 partecipa alla mostra degli impressionisti, di cui è considerato uno dei padri. Boudin tuttavia partecipa solo alla prima esposizione di questa corrente pittorica, presso il fotografo Nadar. Trasferitosi a Deauville, compie numerosi viaggi in Italia e sulla Costa Azzurra, specializzandosi nelle marine. Morì a Deauville l’8 agosto del 1898 e venne sepolto nel Cimitero di Saint-Vincent, a Parigi.

© 2018 - Impressionisti a Catania